LED - Laboratiori Energie Democratiche

IL LICEO SI SPOSTA NELLA CITTADELLA DELLA CULTURA. LE NOSTRE DOMANDE.

Sabato scorso siamo venuti a conoscenza della decisione di trasferire l’attività scolastica di 5 classi del Liceo Classico M. Spinelli presso la struttura della Cittadella della Cultura, Ex Convento Agostiniano. La notizia ripresa dagli organi di stampa locali passa nel silenzio generale del dibattito cittadino. 

Ripercorriamo i fatti: 
da un anno tre aule al primo piano dell'edificio in via De Gasperi sono interdette per caduta di calcinacci dal solaio, tanto che diverse lezioni si sono svolte in laboratorio e aula magna. Nel novembre 2016 gli alunni del Liceo Classico protestavano e manifestavano davanti la sede della Città Metropolitana di Bari, per richiedere interventi urgenti oltre che nuovi banchi e sedie. Da allora nessuno è intervenuto, nè tantomeno ha sollecitato degli interventi. 
Cinque classi non potranno svolgere la propria attività nella struttura del Liceo per almeno 4-5 mesi in previsione di lavori straordinari di manutenzione.

L’Amministrazione Comunale di Tommaso Depalma ha deliberato, su richiesta del Dirigente Scolastico, (Delibera di giunta N. 137 del 13/9/2017) di ospitare le classi in cinque locali della Cittadella della Cultura.
Ferme le responsabilità e i ritardi vergognosi della Città metropolitana di Bari, la quale ha competenza sull'edilizia scolastica, e visto che da novembre 2016 ad oggi pare non essere cambiata la situazione, anzi probabilmente aggravata, quello che chiediamo all’Amministrazione comunale e all’Assessore competente è: 

1) Visti i locali scelti nella stessa Cittadella, per ospitare le classi del Liceo, l’attività delle aule studio, frequentate da diversi ragazzi giovinazzesi, verrà garantita o sospesa? 

2) Su quali basi tecniche è stato dato il consenso alla proposta del dirigente scolastico? Sono stati assunti pareri tecnici sulla struttura ospitante? E’ rispettata tutta la normativa in tema di sicurezza come per esempio la presenza di estintori, porte antipanico e segnalazione di uscite d'emergenza? Sono stati effettuati dei collaudi e dei sopralluoghi da chi di competenza? 
Dalla delibera di giunta non troviamo nessuna risposta ai quesiti precedenti visto che si afferma SOLAMENTE che: 
“…i suddetti locali sono stati per lungo tempo adibiti a scuola pubblica, per cui si prestano a tale forma di utilizzo.”.

3) Nei locali della Cittadella della Cultura è presente un adeguato impianto di riscaldamento? E nel caso tale fosse assente si provvederà all'installazione? Quale ente lo pagherà: Comune o Area Metropolitana? 
La domanda è d'obbligo dato che i ragazzi e studenti della Cittadella hanno più volte lamentato come nel periodo invernale la temperatura dei locali non fosse adatta alle loro esigenze!

4) La promessa di una manutenzione veloce (2-3 mesi) dei solai pericolanti e dei 50 banchi e sedie nuove fatta a Novembre 2016 dalla Città metropolitana per quale motivo non è stata mantenuta?

Come LED Giovinazzo sentiamo l’esigenza di interessarci e provare a vederci chiaro sulla situazione anche mettendoci nei panni degli studenti del Liceo, in particolare tra chi è all’inizio e alla fine del percorso scolastico superiore e vorrebbe svolgere l'attività didattica all’interno dell’Istituto in condizioni di sicurezza! 

Il solito leitmotiv di Depalma contro la “lenta burocrazia” non ci interessa. Ci interessano risposte chiare ai quesiti posti.

Invitiamo inoltre, sia gli alunni del Liceo M. Spinelli, sia le ragazze e i ragazzi che frequentano la Cittadella della Cultura a scriverci tramite la nostra pagina FB o inviarci una mail ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) per segnalarci problematiche riguardanti le due strutture. 

La Scuola è un presidio fondamentale per la nostra Comunità e non può correre nessun rischio, nemmeno quello di decisioni affrettate per “frenesia amministrativa”!